Cosa fa un Ragioniere
nella prassi quotidiana?

Il ragioniere è un professionista che si occupa delle scritture contabili di un’azienda, delle fatturazioni, della corrispondenza e tutto ciò che riguarda la parte amministrativa di un’azienda. Si occupa di eseguire la registrazione e la documentazione di ogni movimento contabile. L’insieme delle attività possono essere sintetizzate in:

  • RIGUARDO ALLA PROFESSIONE
  • RESPONSABILITÁ
  • PRO & CONTRO

Riguardo alla professione



I ragionieri, anche riferiti a specialisti contabili, regolano i conti con gli uffici contabili e si occupano delle questioni finanziarie delle società. Le loro mansioni professionali comprendono: monitoraggio dei flussi di cassa, gestione dei redditi e delle spese, compilazione di documenti contabili, preparazione del bilancio, responsabilità fiscale e contributi di previdenza sociale.

La posizione di un ragioniere/contabile è una delle più popolari nelle imprese. I contabili sono indispensabili per gestire qualsiasi tipo di attività. Possono trovare impiego in società di servizi che offrono l'esternalizzazione di servizi contabili e in società di consulenza che offrono analisi finanziarie e consulenza fiscale. Man mano che le strutture aziendali si evolvono, sia nella produzione che nelle società di servizi, i contabili possono lavorare sia in aziende che in società esterne, come supporto esterno.

Come risultato della popolarità della professione di ragioniere contabile, ci sono un sacco di offerte di lavoro nel mercato del lavoro, e la concorrenza è enorme. I guadagni di un contabile dipendono, tra l'altro, dall'esperienza del dipendente e dalle dimensioni dell'azienda. I contabili dovrebbero essere esperti in finanza aziendale e contabilità.

Dovrebbero anche possedere la conoscenza della legge fiscale e le norme che regolano l'attività delle imprese e il loro rendiconto finanziario. Anche le conoscenze di base su come funzionano le imprese sono vantaggiose. Inoltre, il sistema fiscale e la legge finanziaria subiscono costanti cambiamenti, il che si traduce nella necessità di ampliare costantemente e autonomamente le proprie conoscenze e di essere aggiornato sulla situazione del sistema fiscale e della normativa finanziaria.

Per capire la professione del ragioniere rispetto alla realtà del mercato del lavoro nazionale ed europeo contemporaneo, vale la pena familiarizzare con il Sistema nazionale delle qualifiche integrate e con il Quadro europeo delle qualifiche.

Il sistema nazionale di qualifiche integrate, creato sotto la supervisione del ministro dell'Istruzione nazionale come risposta alla raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio europeo, risponde ai cambiamenti nel mercato del lavoro e nell'economia europei, seppure con differenze da paese a paese: in Italia la situazione è differente in quanto non vi è un unico sistema nazionale ma un sistema regionale che gestisce il repertorio delle professioni. L’obiettivo è quello di aumentare il numero di persone interessate alle competenze ufficiali e aumentare le loro qualifiche. E’ influente per la situazione professionale e per il senso di sicurezza nel mercato del lavoro.

Il sistema integrato di qualifiche serve ad aiutare i dipendenti a presentarsi in modo credibile delle loro qualifiche non solo ai datori di lavoro all'interno del paese, ma anche ai datori di lavoro europei. Il punto di riferimento per il Sistema nazionale delle qualifiche integrate è il Quadro europeo delle qualifiche. Facilita la comunicazione e il confronto dei sistemi di qualificazione nei paesi dell'Unione europea. Di conseguenza, studenti, laureati e datori di lavoro hanno l'opportunità di comprendere e confrontare meglio le qualifiche fornite in diversi paesi membri e nei diversi sistemi educativi.

Per maggiori informazioni sul Quadro Europeo delle Qualifiche, consultare:
www.cedefop.europa.eu

Per maggiori informazioni sul sistema nazionale integrato delle qualifiche far riferimento ad alcuni sistemi regionali:
1. www.repertoriodellequalificazioni.siciliafse1420.it
2. www.sistemapiemonte.it

RESPONSABILITÁ

Contabilitá

Redazione delle scritture contabili dell’azienda.

Amministrazione

Eseguire i principali adempimenti amministrativi, civili e fiscali.

Finanze

Redigere il bilancio delle società, rispettando le norme imposte dal Codice Civile.

Analisi

Analizzare il bilancio delle società, elaborando l’analisi per indici e impostare una valutazione finanziaria, patrimoniale ed economica dell’azienda.

Piano aziendale

Redigere piani aziendali e finanziari; analizzare i bisogni finanziari dell’azienda.

Gestione dei costi

Analizzare i costi dell’impresa per le scelte aziendali: impostare il budget di esercizio e analizzare gli scostamenti tra dati preventivi e consuntivi.

Relazioni con le banche

Seguire l’azienda nei rapporti con le banche e occuparsi delle principali operazioni bancarie.

Lingue straniere

Utilizzare le competenze acquisite nello studio delle lingue straniere (con uno sguardo all’accoglienza turistica).

PRO & CONTRO

  • Mercato esteso – previsione di crescita futura dell’occupazione nel settore
  • Possibilità di occupazione in settori diversi (vendita al dettaglio, assistenza sanitaria, contabilità e servizi tecnici)
  • Avanzamenti di carriera possibili attraverso l’esperienza e la formazione
  • Elevato carico di lavoro in alcuni periodi (ad es., in coincidenza con le scadenze fiscali)
  • Stress nei periodi di punta
  • Problemi di salute correlati alla necessità di passare molte ore fermo davanti al computer (occhi / collo / schiena / dolore ai polsi e/o sindrome del tunnel carpale).

Salari

Il salario di un ragioniere dipende principalmente da:

  • Formazione
  • Esperienza
    professionale
  • Abilitá a
    risolvere
    problemi
  • Precisione
    e senso di
    responsabilitá
  • Abilitá di
    apprendimento
    rapido
  • Abilitá di
    pensiero
    analitico
  • Conoscenza
    delle leggi
    e dei regolamenti

Mansioni specifiche:

Il salario di un ragioniere dipende anche dalle
diverse mansioni che può ricoprire, quali, ad esempio:

€ 30.346
Assistente
alla contabilità
€ 32.695

Revisore contabile
€ 26.742

Direttore finanziario
€ 52.532

Analista
ALTRO

Vocabolario

  • CONTO ECONOMICO

    Il conto economico consiste in una sintesi dell’attività economica di un’azienda entro un certo periodo, ad esempio un mese, un trimestre, o un anno. Il conto inizia con le entrate maturate, a cui si sottraggono i costi dei beni venduti e le spese, per poi terminare con i profitti o le perdite nette.
  • BILANCIO

    Lo stato patrimoniale offre un’istantanea della situazione finanziaria dell’azienda in un determinato periodo temporale. È chiamato „bilancio” perché i beni posseduti dall’azienda (beni strumentali) devono essere uguali e a pareggio rispetto a debiti, fondi e capitale.
  • DEBITI

    Tutti debiti contratti dall’azienda, come le obbligazioni, i prestiti e le fatture non pagate.
  • LIBRO MASTRO


    È il registro dove sono sintetizzati i conti dell’azienda. Il Libro Mastro è l’antenato del sistema contabile.
  • INVENTARIO


    È il resoconto che traccia tutti i prodotti che verranno venduti ai clienti.
  • SITUAZIONE CONTABILE GENERALE


    Verificare che i libri contabili siano in ordine prima di raccogliere i dati per i report finanziari e di chiudere i libri per quel periodo contabile.

PERCORSO FORMATIVO

Il corso di studi mira a formare diplomati in grado di ricoprire figure professionali polivalenti in cui si possano coniugare in modo equilibrato una solida preparazione culturale di base, buone capacità linguistico-espressive e logico-interpretative e conoscenze ampie e sistematiche dei processi che caratterizzano la gestione aziendale sotto il profilo economico, giuridico, organizzativo e contabile. Il diplomato del corso IGEA, inoltre, deve essere in grado di analizzare i rapporti fra l’azienda e l’ambiente in cui opera, per affrontare e risolvere problemi di tipo prevalentemente gestionali.


Percorso formale:

Diploma in ragioneria
Il percorso formativo principale per svolgere l'attività di Addetto alla contabilità generale è dato dalla frequenza quinquennale di un Istituto Tecnico Commerciale ,con superamento dell'Esame di Stato finale. Con questo curriculum scolastico si acquisisce una preparazione adeguata in matematica, in economia aziendale e in diritto. Il corso di studi fornisce anche delle competenze digitali in campo ITC e molte scuole sono organizzate per offrire agli studenti iter extracurricolari utili al conseguimento di certificazioni ECDL e linguistiche
Diploma di Laurea triennale
indirizzo economico-aziendale

Dopo il diploma quinquennale, preferibilmente in un istituto tecnico, occorre iscriversi all’università presso tutte quelle facoltà di economia che consentono, al termine degli studi, di iscriversi all’Ordine, fare praticantato e sostenere l’esame di Stato. Le principali materie di studio sono: contabilità analitica e di gestione, controllo della contabilità e dei bilanci, diritto commerciale, diritto del lavoro e della previdenza sociale, diritto fallimentare, diritto privato, diritto processuale civile, diritto tributario, disciplina dei bilanci di esercizio e consolidati, finanza aziendale, ragioneria generale ed applicata, revisione aziendale, tecnica bancaria, tecnica industriale e commerciale, tecnica professionale.

Formazione post-laurea:

Corsi e master per acquisire una conoscenza
di base delle ITC e dei programmi gestionali
Per poter iscriversi
all’Albo bisogna aver svolto la pratica professionale triennale
presso lo studio di un professionista.
Dopo la pratica,
occorre superare l’esame di Stato

Ci hai mai pensato? Un ottimo esercizio di ragioneria è compilare un proprio budget mensile sulle spese di casa. Se ti è mai capitato di fare i conti con i tuoi risparmi per la pensione, le vacanze o un’assicurazione sulla vita, allora sei sulla buona strada per diventare un ragioniere professionista!

Percorso lavorativo

A coloro che sono iscritti nell’Albo dei ragionieri e periti commerciali è riconosciuta competenza tecnica in materia di Ragioneria, di Tecnica Commerciale e di Economia Aziendale nonché in materia di amministrazione e di tributi.

Problemi
correlati
alla professione
La fatturazione
è un processo lungo e faticoso
Ritmi di lavoro troppo intensi,
con scadenze ravvicinate
Barcamenarsi tra
numerosi fogli di calcolo
Inserimento manuale
dei dati

Dove si lavora?

Il contabile può svolgere la libera professione oppure lavorare come dipendente per imprese pubbliche o private. Trova impiego nelle più svariate realtà aziendali e per diversi settori. Sono soprattutto le aziende di medie e grandi dimensioni ad aver bisogno di esperti contabili, professionisti che si occupino di tenere in ordine l’amministrazione. Il mondo del pubblico impiego recluta personale contabile attraverso concorsi specifici per questa professione. Sul sito ConcorsiPubblici.com trovi tutti i concorsi per contabile pubblicati in Italia da comuni, province, regioni, enti statali, Asl, ospedali, etc.

Qualità personali

Offrire maggiore professionalità, essere al fianco dell’imprenditore nell’affrontare e risolvere i problemi e le sfide del momento. Per fare questo bisogna possedere e/o affinare competenze e qualità non solo tecniche, ma soprattutto manageriali e gestionali, con approccio di tipo imprenditoriale.

  • Problem solving

    L’approccio è un problema di metodo nell’affrontare i problemi.
    È importante a questo fine mettersi nell’ottica del cliente che ha un problema da risolvere. Saper ascoltare, saper immedesimarsi, provare assieme al cliente le soluzioni, portare gli aggiustamenti necessari, prendendo coscienza di eventuali errori commessi.
  • Flessibilità

    Flessibilità: avere flessibilità significa sapersi adattare a differenti situazioni e a cambiamenti di contesto. Presuppone:
    • - adattabilità a situazioni, contesti, sollecitazioni
        differenti nel corso dell’attività svolta;
    • - ragionevolezza nel prendere in considerazione
        nuove situazioni ovvero nuove visioni dei problemi che si affrontano;
    • - tolleranza nei confronti delle idee altrui.
  • Resilienza


    Capacità di far fronte agli eventi stressanti o traumatici e di riorganizzare in maniera positiva la propria vita dinanzi alle difficoltà. Richiede:
    • - Capacità di sintesi e di controllo delle situazioni;
    • - Il gusto della sfida;
    • - Capacità di imparare dagli errori;
    • - Metabolizzare in modo creativo le esperienze fatte;
    • - Forza di volontà e determinazione nel perseguire gli obiettivi.

Sapevi che...?

ALTRO

La differenza tra un ragioniere e un contabile

Il ragioniere ha a che fare con i dati giornalieri del business, gestisce letteralmente i libri contabili.
Il contabile ha una funzione maggiormente consultiva, effettua controlli, stila rapporti
e offre consiglio agli imprenditori
ALTRO

Le parole più usate

Beni strumentali
Conto economico
Inventario
Bilancio
Entrate

VERIFICA LE TUE CONOSCENZE

Loading Ragioniere